mare salento

Spiagge San Foca e Scogliere nei dintorni



Voglio aiutarvi a conoscere le spiagge San Foca e dintorni e per chi ama le scogliere indicherò alcuni posti davvero imperdibili nelle marine di Melendugno: Torre Specchia Ruggieri, San Foca, Roca Vecchia, Torre dell’Orso e Torre Sant’Andrea.

In questo vasto tratto di costa si trovano spiagge per tutti i gusti, la maggior parte sabbiose, grandi e piccole baie, lidi attrezzati e spiaggia libera.

Spiagge Torre Specchia Ruggieri

La spiaggia di Torre Specchia Ruggeri è composta da tratti di sabbia fine e altri più numerosi costituiti da scogliera difficilmente accessibile. La località prende il nome dai resti di una torre costiera. Il mare qui è cristallino e le spiagge non sono particolarmente affollate.

Qui potete trovare lo stabilimento balneare Chicalinda, un lido molto bello dove poter sorseggiare un drink sul mare in completo relax. La sera diventa una bel locale notturno dove poter ballare sulla meravigliosa spiaggia.

Altro lido indicato per i più giovani è il Puntarenas, che di sera diventa uno dei locali più frequentati della movida salentina in riva al mare con tanti ragazzi che ballano nel suo ambiente raffinato e unico nel suo stile.

Prima di San Foca si incontrano due lidi molto attrezzati, il Lido San Basilio (www.lidosanbasilio.com), così chiamato in ricordo della masseria fortificata del 1600 sita nelle vicinanze, e il Lido la Caciulara .

San Basilio offre tutti i confort per passare il tempo libero in serenità e allegria: oltre al servizio bar e ristoro vi sono attrezzature per la pesca sportiva, immersioni, canoe, pedalò, windsurf, intrattenimenti e quant’altro. Di notte il lido si trasforma nel noto locale “MAMANERA” famoso per i suoi spettacoli musicali.

Il nome della Caciulara deriva da uno scoglio che si trova proprio di fronte denominato in questo modo perchè è popolato di pesci che in dialetto locale vengono indicati con il nome di caciuli. Il mare, limpido e cristallino, è infatti molto pescoso e pieno di scogli con ricci di mare. Il lido è frequentato da famiglie e da tantissimi giovani. A mezzogiorno è possibile degustare i piatti freddi offerti al buffet.

Spiagge San Foca

San Foca insieme a Torre dell’Orso, è un paesino molto amato dagli abitanti dei paesi limitrofi che lo frequentano durante tutto l’anno. Si tratta di una lunga spiaggia di sabbia intervallata da tratti rocciosi, divisa in due parti dal porto turistico al centro, che dà vita così a due litorali: la spiaggia dei Marangi (Aranci) e quella delle Fontanelle. Il mare è bellissimo, turchese, cristallino e straordinariamente trasparente, con fondali sabbiosi e digradanti, ideale per nuotare e fare il bagno. Affacciata sul mare si trova una suggestiva torre del XVI secolo.

Tra i lidi principali troviamo il Lido Le fontanelle (www.lidofontanelle.it) e il Lido Mamalù uno dei lidi più moderni e completi dello splendido litorale di San Foca.

spiagge san foca

A sud del porto si trova la spiaggia dei Marangi, dove è collocato il Lido Solero, un moderno stabilimento balneare, con animazione e possibilità di svolgere attività sportive. E’ dotato di bar, tavola calda e area giochi.

spiagge san foca

Scogliere di Roca Vecchia

Subito dopo la spiaggia dei Marangi, proseguendo verso la località Roca Vecchia, si trovano piccole baie, con spiaggie sabbiose contornate da scogli protesi verso il mare. Il lido Coiba (www.lidocoiba.com) occupa la prima di queste calette, con sabbia dorata e mare cristallino, gli ombrelloni sono disposti in modo che non ci sia troppo affollamento. E’ dotato di ottimo ristorante e area attrezzata per cani.

La spiaggia di Roca Vecchia o come è meglio conosciuta dai locali Roca li Posti, è costituita soprattutto da una scogliera rocciosa e di colore chiaro.

Il lido KUM è uno stabilimento balneare che segnaliamo per la sua meravigliosa spiaggetta e per la degustazione dei frutti di mare, che si potranno gustare tra sabbia bianca al fresco degli ombrelloni e degli scogli al riparo dal vento. Adatta per i bambini, ma attraverso un ponte in legno che porta in mare aperto, anche agli adulti E’ aperto anche la notte con delle splendide serate e feste sul mare.

A Roca si trovano splendide scogliere da dove immergersi in un mare cristallino, sono tutte ad accesso libero e ripagano ampiamente qualche piccola difficoltà per arrivarci. I posti hanno nomi locali, per cui è opportuno rivolgersi a qualcuno del posto per arrivarci. C’è il cosidetto “porto” a ridosso della piazza centrale, perché una volta era usato per calare le barche in mare; il “canale”, a ridosso del lungomare, “portulignu”, accessibile da una minuscola spiaggia e andando verso la torre di guardia, “lu ‘nfoca ciucci”, il bagno della Regina Isabella (si narra che la piccola insenatura fosse utilizzata dalla Regina di Roca).

Grotta della Poesia

Poi sorpassando il sito archeologico si incontra la Grotta della Poesia a Roca Vecchia, una cavità scavata dal mare nel corso dei secoli, che ha anche offerto rifugio in tempi più antichi. Il suo nome deriva da “posia”, un termine in greco medievale che significa  “sorgente di acqua dolce”, un chiaro riferimento alla fonte che in passato scorreva al suo interno, i cui segni sono ancora oggi visibili.

scogliera roca

In molti però pensano che il suo nome sia legato alla famosa leggenda tramandata da generazioni, secondo la quale una bellissima principessa era solita fare il bagno nelle sue acque. Quando la notizia si diffuse schiere di poeti si recarono in questo posto per ammirare la bellissima principessa e comporre versi di poesie in suo onore. Questo spiegherebbe il nome “grotta della poesia”.

Con il passare dei secoli, la grotta, prima interamente coperta, ha subito dei mutamenti causati dal mare che hanno portato al crollo della volta.  Sulle sue pareti sono stati rinvenuti dei segni sovrapposti uno sull’altro di figure preistoriche ed iscrizioni messapiche che sono sopravvissuti all’usura del tempo. Stando ai ritrovamenti pervenuti al suo interno, si pensa addirittura che in passato la grotta fosse stata un santuario della divinità chiamata  Taotor, il cui nome è riportato molte volte sulle pareti della grotta.

Molto interessante l’area archeologica di Roca Vecchia, dove si sovrappongono le testimonianze storiche di epoche antichissime, il castello cinquecentesco, le mura neolitiche, le grotte dei monaci basiliani, la torre di guardia. L’ area, in posizione strategica a ridosso del mare, è stata per moltissimo tempo il terminale di una delle rotte di attraversamento del Canale d’Otranto, a lungo considerato ponte verso l’Oriente. La Rocca fu assaltata da pirati turchi che vi stabilirono la loro base prima dell’assedio di Otranto e dell’eccidio degli ottocenti martiri del 1480.

Spiagge Torre dell’Orso

Dopo Roca Vecchia, le scogliere diventano più alte e non ci sono punti di accesso al mare fino alla splendida baia di Torre dell’Orso. Tra le più belle spiagge di Puglia, la baia è lunga poco meno di un chilometro con spiaggia finissima, dune basse e una pineta retrostante le dune. Il mare in questa zona è limpido e cristallino per via delle correnti marine del Canale di Otranto.

La spiaggia si trova all’interno di una baia sovrastata dalla Torre dell’Orso, una torre costiera cinquecentesca. A fare da contrappunto a questa torre eretta dall’uomo, ci sono i due faraglioni naturali, detti ”Le due sorelle”. Torre dell’Orso è ben attrezzata ed organizzata, accoglie tre lidi (Lido Costa d’oriente, Lido La Sorgente, Lido L’Orsetta) ed è stata insignita della Bandiera Blu dalla CEE per la pulizia e cura della sua spiaggia e del suo mare.

spiagge torre dell'orso

Proseguendo a sud, dopo la pineta che delimita Torre dell’Orso, si apre una piccola strada che arriva fino al mare, dove una scala ricavata nella roccia consente di accedere ad una bassa scogliera detta “Lu mataricu”, è possibile percorrere sugli scogli varie centinaia di metri. Il fondale è molto profondo ed l’ideale per la pesca subacquea.

Scogliere di Torre Sant’Andrea

Le scogliere si interrompono in una piccola caletta in corrispondenza della località di Torre Sant’Andrea. Anche qui è presente una Torre di guardia del cinquecento. La piccola spiaggia è stata utilizzata per molto tempo da pescatori locali in quanto forma un piccolo porto naturale.

scogliere salento

L’area circostante è caratterizzata da scogliere bellissime dai nomi fantasiosi Lu pepe, il Bastimento ed altri. L’acqua è limpida ed assume una colorazione variabile dal verde all’azzurro profondo. I faraglioni sono stati utilizzati moltissime volte come set cinematografico o per campagne pubblicitarie.

Se avete voglia di trascorrere una vacanza nel Salento per godervi il suo meraviglioso mare, date un’occhiata ai nostri appartamenti in pieno centro a San Foca a pochi passi dalle spiagge San Foca e dal porto turistico.

Antonio De Giorgi

Salva